Monday, May 28, 2007

Ebbasta co 'ste tradizioni popolari !!!

Qua (in Italia, intendo, ma non solo!) sembra, oggi più che mai, che abbiano tutti voglia di preservare, mantenere intatte le tradizioni di un tempo ( e di oggi!), diffondendo notizie su come é bello il proprio paese, la propria terra, la propria regione grazie anche alle tradizioni che da anni (a volte centinaia!!) si continuano a tramandare; amano tutti la ricchezza, il lusso, le comodità ma quando si tratta di "rivedere" il folklore, magari anche di abolire certe usanze che davvero poco a tutt'oggi hanno di che continuare ad essere (ammeso che ne abbiamo mai realmente avuto!) ecco che sfoderano spade, lance e coltelli (metaforicamente, in questo caso!) affinché non si tocchi la festa di paese o l'usanza regionale o nazionale. Le cerimonie religiose, le processioni, le "uscite" di carri, navi, e quant'altro con questo o quel'emule di santo (o santa) sembrano essere l'ultimo baluardo di un'identità (individuale) da custodire gelosamente: ma perché?
Che in un mondo in cui sembra che tutti condividano o possano condividere tutto ci sia il bisogno (individuale) di riconoscersi in contesti più specifici?
Che il semplice essere cittadini della terra lasci poco spazio ad un'identificazione specifica necessaria per sentirsi un pò "diversi" rispetto a TUTTI gli altri?
Ma davvero l'essere umano ha (ancora) bisogno di questi espedienti per potersi sentire accettato, affermato, portatore di una cultura "particolare" nel mondo?
Quand'é così allora é bene ricordare che molti di questi riti o pseudo tali fanno uso di esseri viventi per poter essere celebrati, a volte anche di esseri umani (lo specifico per gli antropocentristi!) che rivestono un ruolo prettamente "materiale" checché si voglia credere e far credere che abbiano una vera e propria "funzione necessaria" al "buon esito" del tutto: l'immolazione é l'atto estremo in cui questa funzione si traduce.
E sarebbe anche bene ricordare (soprattutto a coloro che non amano buttar via i propri soldi senza poterlo liberamente decidere!) gli enormi sprechi di energia elettrica e fuochi pirotecnici per rendere la festa ancor più spettacolare....e "unica"!

Ad ogni modo sarebbe ora di smetterla!

Pace.


3 comments:

m1979 said...

Come la penso llo sai benissimo...naturalmente sono completamente in disaccordo con te!

Vabbè che non ti piacciono le feste dove vengono coinvolti animali o anche uomini...ma non ti piacciono nemmeno i fuochi artificiali e le luminarie??? Cito "gli enormi sprechi di energia elettrica e fuochi pirotecnici per rendere la festa ancor più spettacolare"??

Non so come funziona lì da voi, ma al mio paese passa il comitato feste, chi vuole mettere i soldi per la festa lo fà(in proporzione a quanto può), chi non approva non lo fà (liberamente!)

gyordie said...

"giù da noi" (che poi é anche "giù da te"), ossia a roma, per organizzare la festa della repubblica (sai la festa della repubblica?) mobilitano le frecce tricolori (che paghiamo io e te, se sei un lavoratore) senza che neanche ce l'abbiano chiesto.

A Termoli (che tu sai dov'é) il mese scorso in occasione del grande(!) san timoteo hanno "acchittato" 400 e più metri con delle "luminarie" da raccapriccio (per l'assorbimento energetico e la pomposità estetica!) e fatto fuochi pirotecnici da mille e due notti!!

Magari fosse dappertutto come "al tuo paese"!...ma che paese é?! :-))

gyordie said...

....e comunque su cosa sei COMPLETAMENTE in disaccordo con me (e perché) non me lo hai detto!